Friends For Free


Think Different …MAVAFFANCULO!!!!
giugno 16, 2006, 10:59 am
Filed under: Società

Think Different CisanoDopo Nike e altre grosse marche a livello mondiale, anche la Apple ci casca in pieno e si sputtana con i suoi iPod da fighetti da 100/500 Euro e i suoi Shuffle del cazzo da 100/200 Euro e più!

(Disegno a lato di Cisano Carmelo)

Mi spiego meglio con un esempio:
Un giorno entrate alla FNAC o in qualsiasi posto che venda tecnologia e decidete di comprare un fighissimo, attraentissimo iPod (nano o altri modelli), lo guardate, lo provate, e dite al commesso “Ok, lo prendo!“, lui ve lo imballa, lo porta alla cassa e vi saluta.
La cassiera vi fa il conto e vi dice con un sorriso a 124 denti (è un’immigrata da Alpha Centauri) “350 Euro, prego”.

Voi tirate fuori la vostra bella carta di credito del San Paolo IMI (che anche li ce ne sarebbe da ridire) e via …siete appena diventati proprietari di un fantastico iPod nel quale mettere tutti i vostri mp3 comprati, ovviamente, tramite iTunes al modesto costo di 99 centesimi d’Euro l’uno.

Voi avete un pezzo di tecnologia non indifferente e vi sentite bene, entusiasti, fighi e alla moda …ma un po’ meno entusiasti, fighi e alla moda si sentono coloro che ve lo hanno prodotto con le loro mani!

Facciamo un passo indietro:
Cina, Longhua (Hong Kong) e Suzhou (Shiangai), due cittadine che esistono solo per produrre ciò che avete appena acquistato.
Queste cittadine sono in realtà fabbriche campi di concentramento dove migliaia di operai (la maggior parte donne) sono impegnati per 15 ore al giorno, sorvegliati da guardie armate, per assemblare il simpatico, fighissimo, stilissimo iPod (o Shuffle) che avete ora tra le vostre mani.
Lo stipendio medio si aggira intorno agli 80 euro al mese di cui 40 vanno restituiti al datore di lavoro per vitto e alloggio.
Dormitori comuni e un pasto al giorno rapido nella ‘mensa del popolo‘ come quel gran figlio di buona donna di Mao Tsetung le ha definite a suo tempo.

Facciamo ora due conti:
Un operaio che produce quell’iPod prende 80 Euro al mese (2,50 Euro al giorno circa arrotondando), al giorno ne assembla e produce, in 15 ore di lavoro, almeno una trentina (mi voglio tenere basso) per un totale di, 30 iPod/Shuffle x 29 giorni al mese (calcolo 29 giorni lavorativi perché un operaio cinese ha addirittura un giorno di ferie al mese …che culo eh?) sono 870 pezzi (ripeto mi sono tenuto basso).
Quindi ad occhio e croce ogni pezzo, se lo maggioriamo del 200% che è il guadagno del governo del popolo (..a riVaffanculo Mao) vengono a costare alla Apple circa 30 centesimi di Euro.

Voglio esagerare, il governo cinese (le fabbriche sono tutte del governo) ci stra-guadagna e la Apple li paga ben 10 euro al pezzo tutto compreso (materiale di produzione come LCD, HD, processori, schede, trasporto ed imballaggio), voi lo avete pagato minimo 120 Euro per un iPod nano …fate due conti di quanto ci ricava Steve Jobs e la sua azienda all’avanguardia e alla moda!

Tutto questo a discapito di migliaia di persone che non sanno neanche cosa siano i diritti umani minimi, non possono godersi la famiglia, la vita e, tantomeno, possono godersi i prodotti che fabbricano!

La prossima volta che volete comprare un prodotto Apple o delle scarpe Nike (stessa storia che non sto a ripetere) …pensateci due o tre volte!

Poi, se proprio lo volete benvenga ma sappiate cosa è costato almeno!

Annunci

24 commenti so far
Lascia un commento

Sono da anni un felice possessore di iBook e iPod (per intenderci, da prima che diventasse una moda averne uno) ed in questo tempo ho avuto modo di imparare ad apprezzare la filosofia del “Think different”. Tutto molto bello. Tutto spettacolare. Un “mondo” davvero diverso da quello di billgheits. Ci sono decine di motivi che si possono dire…
Tuttavia.
Tuttavia non c’è un motivo, dico UNO, che possa portarmi a chiudere un occhio sulla realtà che è venuta alla luce. È vergognoso. E purtroppo è il risultato di certe politiche di globalizzazione: si porta il lavoro dove il suo costo è più basso, tanto meglio se in luoghi dove si è abituati allo spregio dei diritti umani. Lo fa la Nike. Lo fanno molte altre aziende. Lo fa anche la Apple. E sai cosa c’è? Che per quello che riguarda la Apple non sono stupito, proprio per nulla. Perché Steve Jobs (che se solo non fosse un imprenditore sarebbe una persona incredibilmente in gamba :) ) è abituato a trattare in modo proporzionalmente simile gli stessi dipendenti americani: non è un caso che, qualche tempo fa, ci fu una sollevazione da parte dei PARENTI DEI DIPENDENTI che protestavano per le condizioni di lavoro dei loro congiunti, sempre meno presenti in casa…
Think different. Ma non troppo, vivaddio.

Commento di kendalen

Io ho fatto prendere un iPod ad un mio amico negli States giusto per risparmiare 100 neuri ma ammetto che mi girano a leggere “Designed by Apple in California, Assembled in China”. E non mi vengano a dire che è per farlo pagare meno, è per marginare di più!
Però iTunes è una figata, il Music Store molto meno, ho smesso di comprare praticamente subito!
Insomma la mia prossima soluzione musicale/video non escluderà certo iTunes ma sicuramente l’iPod a favore di altro…

Ma lo sai che il Cisano mi sa che l’ho conosciuto all’Università?

Ciao

Commento di Senpai

Solo un appunto: boicottare le cose fatte in Cina in questo modo può anche andare ma non hai quantificato il costo tecnologico dell’oggetto: i produttori di HD (Hitachi per esempio) ed in genere i fornitori di Apple non regalano niente quindi se si abbattono i costi di produzione (in modo negativo) c’è da dire che gli altri costi fanno alzare notevolemente il prezzo finale (è comunque vero che i ricarichi su qualsiasi cosa ultimamente vanno oltre la decenza).

Commento di Senpai

Ciao Kendalen, grazie per l’ulteriore testimonianza e ciao Senpai, grazie per il commento.

Quando dico 10 Euro a pezzo intendo anche compreso dei costi di materiale per la produzione.

Calcola che gli HD e i processori (sia Thompson, Hitachi che PowerPC) sono solo disegnati in america ma la produzione dei componenti, compresi i minivideo LCD e le plastiche d contenimento, vengono totalmente fatti a Taiwan con dei costi ridicoli e, ci scommetterei, con operai nelle stesse condizioni.

Comunquesia non lo avevo specificato nell’articolo, aggiungerò ora quel pezzo.
Grazie per avermelo fatto notare! :)

P.S. Il Cisano era alla facoltà di informatica di Torino!

Commento di Düsseldorfer

ciao grazie per la visita dell’altro giorno..

Commento di sonia

ciao düss, sara ha risposto per te nel mio blog…belli i vostri inteventi mi piacciono! Non appena hai tempo passa…ok? ciao

Commento di sonia

Io mi voglio comprare il Nintendo Ds Lite, avete informazioni se pure la Nintendo utilizza operai supersfruttati?

Commento di coneja

Ciao Coneja, benvenuta!

Dunque, la Nintendo è giapponese e come tale, conoscendo la mentalità industriale giapponese difficilmente fanno produrre cose fuori all’estero!

Questo lo fanno per una loro politica interna, perché sono nazionalisti e perché credono che nessuno riesca ad essere in gamba come loro!

Le condizioni di lavoro in Giappone sono come le nostre in europa, è un paese civile da questo punto di vista quindi andrei tranquillo nell’acquisto.

Purtroppo, però, come tutti i mercati che evolvono nessuno garantisce che anche loro non si siano fatti attrarre dai facili utili!
La possibilità è minima ma c’è!

Diaciamo che, in ultima analisi andrei tranquillo con l’acquisto ma guarderei bene, al momento di comprare dove è stato fabbricato e assemblato. Lo trovi sul retro del prodotto o della confezione. Se c’è scritto Cina o Indonesia…
…vedi tu cosa scegliere!

Dovessi sapere qualcosa nello specifico non mancherò di pubblicare!

Grazie

Commento di Düsseldorfer

ti ho aggiunto anche io! buona serata

Commento di sonia

Ma tu con cosa scrivi le tue cose?! Con Internet e un computer…
ci hai pensato a chi a costruito il tuo computer e tutte le cose che utilizzi quotidianamente?!

Commento di Juli

Ciao Juli, tanto per cominciare benvenuto :)

Ovvio che scrivo con un computer, anzi, io con il ‘computer’ ci lavoro!

A parte che il mio PC è giapponese ed è costruito tutto in giappone da manine giapponesi dove l’operaio non è sfruttato (e non dirmi che fanno 12 ore al giorno perché anche in Italia si fanno, almeno nel mio lavoro). Ci ho pensato prima di prenderlo. Non che io sia moralista ma ci sono degli eccessi che non vanno mai assecondati.

Non ho capito cosa ti ha scandalizzato di tutto quello che ho scritto?

A presto!

Commento di Düsseldorfer

ero indeciso, ma adesso sono sicuro

domani mi compro l’ipod 80gb

Commento di id

Ma dai, è Natale, non parlare di ste cose tristi.

Comunque te che li conosci digli che son brai, il mio ipod è volato dalla tasca 4-5 volte ma funziona ancora perfettamene.

Commento di Strenna

secondo me hai ragione

io ne ho tre, adesso li spacco

Commento di Risvegliato Franco

io trovo vergognoso che la gente guadagni dei soldi

Commento di lucio

Id: Mi raccomando, compra quello bianco!
Se lo prendi negli USA lo paghi il 25% in meno!

Strenna: Direi che il materiale è di ottima qualità! :)

Risvegliato Franco: Bravo, prova a buttarlo giù dalle twin tower …opsss, non ci sono più, dimenticavo! Allora prova con uno schiaccia sassi! :D

Lucio: Giusto, smettiamo di lavorare! :|

Commento di Düsseldorfer

eh ma io avevo scritto porxxxxx

tu mi censuri

sei peggio delle multi

Commento di Risvegliato Franco

Ciao Risvegliato Franco, bentornato!
Per ora ti censuro, il prossimo commento del genere che fai lo cancello direttamente!
Per venire qui e scrivere stronzate, non è meglio che vai a farti una bella scopata? Almeno tu ti sfoghi e a noi eviti le tue bestemmie del cazzo!

Commento di Düsseldorfer

ma io credo che scopare sia fascista

Commento di Risvegliato Franco

tu mi hai dato la luce, io non potevo immaginare questo male che c’è nel mondo, io sono vigoroso adesso, sono l’anticristo, ero cieco ma tu mi hai aperto l’occhi.

li spacco tutti sti aipod di merda

oggi ne ho rotti 2 fuori dalla bacone(scuola elementare), e ho dovuto anche menare un bambino stronzo fighetto per farmi consegnare quel mefistofelico aggeggio, è anche riuscito a tirarmi una pizza

sono in missione per conto tuo sommo profeta

Commento di Risvegliato Franco

buffone..

Commento di personaseria

Grazie!

Commento di Düsseldorfer

benissimo, dopo aver letto il tuo post comprerò altri 10 ipod!!
ah, sai che questo tipo di problemi è frutto del comunismo…

Commento di fausto

Ciao Fausto,
quando dici che questo tipo di problemi è frutto del comunismo non posso essere più daccordo con te di così!
Il comunismo è il cancro di quel paese (e di tutti i paesi a regime comunista).
Infatti questo è un post denuncia non solo sullo sfruttamento delle gandi aziende occidentali ma, soprattutto, sulla lurida politica cinese che permette tutto questo!
Benvenuto!

Commento di Düsseldorfer




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: