Friends For Free


La fiera del ridicolo!
luglio 3, 2006, 10:55 am
Filed under: Società

LufthansaProbabilmente c’è qualcosa che non sta funzionando o qualche particolare mi è sfuggito perché oggi 3 Luglio 2006 leggo un articolo su Repubblica e ne rimango completamente basito!

Il titolo è: Ragazzi fanno troppa confusione e il pilota li caccia dal suo aereo!

Esploriamo l’articolo e vediamo di cosa si tratta.
Pare che una scolaresca romana di ragazzi tra gli undici e i quindici anni sia stata cacciata da un aereo Lufthansa ad Amburgo perché, a detta del pilota, troppo rumorosi.

Probabilmente tra Italia e Germania, con la storia dei mondiali di calcio, stanno avvenendo una serie di incidenti diplomatici per nulla divertenti!

Dopo gli insulti di Der Spiegel, tocca ora alla compagnia aerea di bandiera germanica dimostrare quanto la xenofobia tedesca, nei confronti del nostro popolo e della nostra cultura, sia ancora molto viva.

Riporto alcuni passi dell’articolo scritto dalla testata italiana:

Decollati dalla capitale alla volta di Manchester con un volo Lufthansa, allo scalo di Amburgo il comandante ha avvertito la polizia e, dopo averli obbligati a sbarcare, è ripartito.

Più di una classe di bambini lasciata a terra a metà percorso di un volo già pagato, magari con enormi sacrifici dei genitori, visto che nel nostro paese la situazione economica delle famiglie non è proprio rosea!
E questo per cosa? Per un buffone che gioca a fare il pilota e per i suoi galoppini, per far vedere chi comanda e chi è superiore. Perché un gesto del genere può solo dimostrare l’idiozia e la stupidità di chi, il cervello, se lo inzzuppa nella birra la mattina a colazione!

Ma la cosa bella prosegue:

“Mentre salivamo – ha raccontato Amabile (uno dei professori) – la hostess già ha detto ai ragazzini che dovevano stare buoni, poi ha chiamato la mia collega a fare un annuncio al microfono perché non facessero confusione e infine, invece di decollare, l’aereo è tornato indietro e il comandante ha detto alla polizia di farci scendere. Credevo fosse uno scherzo”

Ripeto alcune cose per evitare che sfuggano: L’aereo E’ tornato indietro e IL COMANDANTE ha detto alla POLIZIA di farci scendere …no comment! :(

Ma la cosa formidabile arriva ora:

I ragazzini, tutti della scuola Massimiliano Massimo, nel quartiere Eur di Roma, hanno trascorso all’aeroporto tedesco alcune ore, mentre i professori venivano interrogati dalla polizia dello scalo che conducono le indagini sul caso.

Come dei criminali terroristi! Conducono le indagini sul caso …eclatante, non c’è che dire!
Magari in serata verranno trasferiti a Guantanamo e ingabbiati con la stessa tecnica che gli americani usano per i ‘presunti’ terroristi arabi!

Il console è stato avvertito, la compagnia aerea difende i suoi dipendenti e si rifiuta di gestire la situazione lasciando senza volo e senza albergo alunni e professori.

Speriamo che stavolta il nostro caro ministro degli esteri Onorevole Massimo D’Alema tiri fuori i coglioni (cosa che fino ad ora non ha fatto) e pretenda delle scuse ufficiali dalla Merkel e il rimborso da parte della compagnia aerea dei danni subiti dai nostri connazionali!

Che vogliano veramente dimostrarci che Italia-Germania non gli è andata giù?

Annunci

16 commenti so far
Lascia un commento

A me invece viene da pensare che la notizia sia stata data apposta sull’onda delle polemiche dei giorni scorsi…
A parte l’eccesso di zelo sempre in agguato, l’ordine a bordo di un aeromobile è responsabilità del comandante e se qualche passeggero rende l’ambiente “pericoloso” possa e debba essere allontanato. Poi per carità siamo d’accordo sul fatto che una scolaresca possa fare casino ma un aereo non è un pullman.
Prova a dire per scherzo che hai una bomba nello zaino e vedi se ridono o ti stendono subito… :-)

Commento di Senpai

Viaggio solo Lufthansa e nutro fieri dubbi che su quell’aereo ci fosse una comitiva di angioletti tranquilli.
La manovra effettuata dal pilota costa qualche migliaio di eurini e nutro fieri dubbi che l’abbia effettuata solo perche’ c’era una futura partita di calcio.
Avendo viaggiato con ragazzini sui Ryan Air ricordo alcuni comportamenti come il rifiutarsi di tenere spento il cell o una bella dose di maleducazione.
Moltiplichiamo il comportamento per 30 persone ed il volo diventa a rischio o perlomeno puo’ venire ritenuto tale.

Commento di annarella

Buon giorno Senpai, buon giorno Annarella! :)

Anch’io viaggio solo Lufthansa (e Annarella lo sa visto che insieme per mesi abbiamo preso l’aereo come fosse la metropolitana) e mi sono sempre trovato bene e mi fa sentire più sicuro che Alitalia.

Capisco il vostro punto di vista e lo comprendo ma non sono per nulla d’accordo sul come è stata gestita la facenda.
Mi spiace ma se la stessa cosa fosse successa con una scolaresca tedesca su Alitalia sarebbe stata una tragedia a livello internazionale.

A detta dei professori non c’era casino più di tanto, più che un qualche vociare. Se avete letto l’articolo, pare che non esistessero neanche i tanto declamati cuscini che i ragazzi si tiravano.

Credo che Lufthansa abbia gestito la questione nel modo peggiore poi, io non ero presente e mi posso solo basare su ciò che leggo!

Commento di Düsseldorfer

Ho sentito la notizia alla radio.
Hanno intervistato una ragazzina di dodici anni che faceva parte della comitiva, ha detto che non facevano così tanto casino, che non avevano cuscini da tirarsi addosso e che sono state le hostess a lamentarsi con il comandante dell’aereo.
Chissà cosa è successo davvero!

Commento di coneja

Ciao Coneja, io sono convinto che un po di vociare, anche qualche urlo ci sta in una comitiva di bambini.
Ma sono altrettanto sicuro che non erano così disgraziati e pericolosi da arrivare addirittura al punto di doverli cacciare fuori!
(unico motivo consentito per poter far scendere un passegero dall’aereo è il sospetto di pericolo e esibizionismo pornografico. Leggi Internazionali)

Io quando ho letto la notizia me la sono presa anche un po’ troppo ma continuo a considerare esagerata la cosa.
Reputo un idiota il comandante dell’aereo una persona che, oltre a pilotare, deve essere in grado di gestire una situazione critica in maniera diplomatica. Se non è in grado, quello non è il lavoro che fa per lui!

Commento di Düsseldorfer

Credo ci sia “modo e modo” sul come gestire una situazione: i ragazzini, per quanto fossero discoli, non credo fossero in grado di mettere a repentaglio la sicurezza stessa dell’aereo poi, come ben scrive Duss nel suo ultimo commento, le leggi internazionali sono chiare. Non so quanto abbia peso in questo caso il Mondiale di Calcio, fatto sta che la situazione è fastidiosa nel suo insieme.

Commento di gidibao

Probabilmente è la mancanza di ossigeno che respirano i piloti, che spesso li fa uscire di testa!
Non ho altre parole!
Poveri bambini, magari per molti di loro era anche il loro primo volo…BEL TRAUMA!
Trovarsi addirittra di fronte alle forze dell’ordine…ancora, BEL TRAUMA!

Commento di sonia

Bhe sembra strano che sia potuto succedere proprio durante i mondiali e a ridosso della semifinale italia-germania no?
Voglio dire: quante comitive di scolaresche negli ultimi 10 anni hanno volato con lufthansa senza che succedesse mai niente?
Cmq a parte questa vicenda secondo me i tedeschi sono “razzistelli” un bel pò verso il popolo italiano come dimostrato dall’articolo pubblicato dal der strunzen e che a cadenza periodica si ripetono da anni.

Commento di Giast

si annuncia che questa sera in occasione della partita l’on. Prodi e la cancelliere Merkel discuteranno dell’accaduto e dei diversi parametri di valutazione del caos provocato dall’infanzia, che si sa, da che mondo è mondo, essi sono diversi dalla Scandinavia a Kabul.
cmq, imho ci hanno marciato un po’ sopra, dal capitano ai giornali…

Commento di pachiderma

Io sinceramente non so cosa pensare!

Circa 5 anni fa è accaduta una cosa simile (non su un aereo) in Olanda.
Un gruppo solo italiano di ragazzi portatori di handicap è stato picchiato e insultato, chiamandoli ‘italiani di merda’ dalla polizia olandese all’ingresso di uno stadio dove giocava la nazionale.
Naturalmente il nostro governo nn è intervenuto.
Non credo che questi ragazzi abbiano incomnciato a saltare e a urlare solo per dare fastidio e, tantomeno, erano pericolosi.

Un fatto come quello di ieri E’ GRAVISSIMO!
Poi, sicuramente, ci hanno marciato un po’ tutti ma la cosa NON deve accadere.

Commento di Düsseldorfer

Che i nostri ragazzi siano un po’ vivaci è indiscutibile, ma da qui a lasciarli a piedi è pazzesco.
D’Alema? Non mi sembra sia la persona più adatta per questo genere di cose, anche se dovrebbe essere il suo lavoro…

Tutto assurdo come assurde sono le cose che scrivono in Germania riguardo la vicenda del giocatore tedesco squalificato (a quanto pare è stata una loro televisione a mandare per prima le immagini).

Stanno creando un clima allucinante.

Stasera speriamo di dare una bella lezione in campo a sta gente arrogante.

Commento di Teo

Ciao Teo, mi piacerebbe proprio sentire la telecronaca della partita in Giapponese!!! :)

Le ultime di stamattina, per ritornare all’argomento, dicevano che i ragazzi sono stati fatti poi imbarcare ma, invece che portarli in Inghiletrra dove erano diretti, a sorpresa li hanno portati a Monaco. Senza ragione ma solo per levarseli dalle palle!

A spese delle famiglie si sono dovuti pagare l’albergo e, forse, stasera lo stato italiano manderà un aereo Alitalia per portarli fino a destinazione!

Ormai stanno rasentando il ridicolo!

…stasera proveremo a segarli, come abbiamo sempre fatto! :)

Commento di Düsseldorfer

LE BLOGGERS IENE, hanno di nuovo portato bene!!!;o)

Commento di sonia

YEEEEEEEEESSSSSSSSSSSSSSS!!!!! :)))

Mitica Sonia, W LE BLOGGERS IENE!!!

Commento di Düsseldorfer

volevo evitare ma due cosine le scrivo ugualmente. Ho trattato la notizia per la rai (lavoro lì, alle teche) e pare proprio che la facoltà di tenere a bordo o far scendere passeggeri ritenuti di disturbo al normale svolgimento del volo, sia solo ed esclusivamente del capitano dell’aereo. lo sbarco è stato effettuato secondo le regole e i funzionari dell’enav hanno dato perfettamente ragione alla lufthansa. secondo me sarebbe più opportuno fare un pensierino sul perchè sono sempre gli italiani a farsi notare e sul perchè gli italiani non siano in grado nè di tenere a bada i propri marmocchi gitanti nè a difendere i propri diritti in casa e all’estero. Se fosse successo qualcosa di simile al contrario si è detto in qualche post…io creedo che da buoni italiani avremmo lasciato correre per non crearci problemi fuori porta. tanto l’italiano si sa arrangiare…ciao!!!

Commento di iurix

Ciao iurix, benvenuto nel blog!

Grazie per le informazioni, io probabilmente avevo delle vecchie regole. Non credevo il capitano potesse far scendere a suo piacimento chiunque gli stia antipatico (perché essendo un perfetto libero arbitrio di questo si tratta).

Dici che siamo sempre noi Italiani ed in parte ti do ragione, abbiamo questo brutto vizio di essere un po’, come dire, rumorosi! :)
Ma vedo anche cosa succede all’estero (lavoro spesso fuori dall’italia per lunghi periodi) e mi sembra che i bambini, e non solo, inglesi siano di gran lunga peggio di noi, ma nessuno si sogna di provocare un eventuale incidente diplomatico con la regina!
Forse noi e il nostro popolo valiamo meno?
Il perché non siamo in grado di difendere i nostri diritti in Italia e all’estero me lo chiedo anch’io, è una di quelle domande che ogni volta che sento una notizia del genere mi pongo!

Grazie mille per il tuo intervento e spero di ritrovare ancora la tua partecipazione ad altri post!–>

Commento di Düsseldorfer




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: