Friends For Free


Ricordi.
luglio 17, 2006, 10:42 am
Filed under: Viaggi

Treno a vaporeSarò breve.

Un fine settimana di caldo, quel caldo umido che ti fa bagnare la pelle appena uscito dalla doccia.
Un fine settimana all’insegna di letture e di un incontro piacevole, un ritrovarsi con una persona che ormai da mesi era lontana dai miei occhi ma non dal mio cuore. Da prima di spostarmi in Germania. Quasi un anno.

Un fine settimana ormai passato.

Prima della mia lunga trasferta in terra straniera avevo l’ufficio in una piccola cittadina del canavese. Una cittadina famosa non tanto perché turisticamente attraente ma perché li un tempo venivano prodotte macchine da scrivere. Una cittadina famosa soprattutto in Febbraio, per via di una strana usanza dei suoi abitanti di passare tre giorni interi a tirarsi arance in faccia.

Ricordo che all’epoca, ogni mattina, per recarmi a lavoro dovevo prendere il treno. Non un treno normale.
Un mezzo da noi, utenti delle ferrovie, soprannominato ‘La freccia del Canavese‘ per la sua capacità di non giungere mai in orario. Almeno per quei pochi giorni la settimana che era in grado di arrivare.
Una linea ferroviaria dove i binari risalgono al regno di sardegna e l’ultima manutenzione fatta poco dopo l’unificazione! Una linea senza cavi della corrente dove il locomotore viene caricato di gasolio, usato per muovere il convoglio e per inquinare la valle d’ingresso alle alpi e ad uno dei parchi nazionali più belli!

Quel treno che, giunto a pochi chilometri dalla meta, doveva passare su di un ponte con sotto un torrente. Un ponte non più esistente, crollato con l’alluvione del Piemonte del 1994.
Un sostegno in ferro, opera dei geni ferrovieri dell’esercito è, da 12 anni, il sostituto di quell’antico ponte in pietra.
A passo d’uomo tenta di raggiungere l’altra riva. In quei venti metri si sente il vagone barcollare, ondeggia come stesse marciando su un materasso a molle.
Sospiro, trattenuta del fiato generale e via, ancora una volta ce l’ha fatta!

E’ passato un anno dall’ultima volta che ho provato questa esperienza.

Oggi una riunione alle tre del pomeriggio (pessima scelta) mi riporta per un giorno indietro nel tempo.
Cosa sarà cambiato in questo periodo? Che effetto mi farà rivedere quei luoghi?

…fra un paio d’ore lo scoprirò!

Giusto per concludere:
Smeg: “Dante. Ricordati che la vita è un temporale e prendersela nel culo è un lampo!”
Dante: “Grazie fratello, viaggio più tranquillo adesso!”
(dialogo tratto da A/R Andata+Ritorno)

Annunci

24 commenti so far
Lascia un commento

Conosco qualcuno che è stato al carnevale di Ivrea; credo che quella manifestazione sia una gioia per gli oculisti canavesi.
Dalle mie parti non abbiamo tradizioni simili, però se ti può consolare la tratta Milano-Mortara è stata recentemente definita una delle peggiori in assoluto in tutta la Lombardia e in quanto a interruzioni per allagamento non scherza, l’ultima risale a soli 2-3 anni fa…

Commento di Pier

Buon viaggio nei ricordi Düss e che tutto sia delicato come il tuo post che ci ha guidato lungo questa tratta ferroviaria fatta con frammenti del tuo ieri che oggi ritorna in carrozza
viaggiando sulle pagine del tuo Blog.

Un salutone :-)

ps:
qui a Sanremo ci tiriamo i fiori :-))))

Commento di gidibao

…e vicino ad Ivrea ;o) cè qualcosa di PREISTORICO … l’ammasso morenico! Non so voi, ma io avendo vissuto per 6 mesi nel paradiso chiamato VIVERONE (acronimo di VIVER .. ONE!!!) sono molto legato a quella catena morenica e guardare Ivrea da lassù la rende ancora piu bella!

Felice del rientro in patria di DUSS … per me sempre “maestro Java” … mi firmo come anonimo, ma non lo sono .. sono SLAYMER ;oP

Commento di Anonymous

Düss, eccomi! vado a cena poi ritorno qui a leggermi il post! Un abbraccio e a dopo!

Commento di sonia

Non si capisce se sei malinconico o sereno…

Morgan

Commento di Morgan

Eccomi tornato!
Ragazzi che giornata, uffici tutti occupati quindi 3 ore di riunione al bar! :o) Una meraviglia! AHAHAHA

@pier: ebbene si, è prorpio Ivrea la località.
Io ci sono stato due volte e ti garantisco che le arance sulla fronte non sono piacevoli!
La Milano-Mortara una delle peggiori? bene, non c’è mai limite al peggio allora. Pensavo la più schifosa fosse la Torino-Milano, incubo dei pendolari.

@gidibao: grazie gidi! :)
Oggi il viaggio è stato piacevole. Forse perché so di non doverlo fare più tutti i giorni!

@slaymer: Amico mio! :)
Grazie per questa tua visita!
Sempre in giro, sempre in viaggio e poi, alla fine tutti e due siamo rientrati all’ovile! :)

@sonia: buon appetito!
Un abbraccio anche per te!

@morgan: devo dire che quando l’ho scritto, stamattina, ero in un mix di tutti e due i sentimenti.
Ora posso affermare di essere sereno. E’ stato bello rivedere genete con la quale ho condiviso almeno due anni di vita d’ufficio!

Commento di Düsseldorfer

So cosa significa e cosa provi:
nella regione dove risiedo, corre ancora fumante la vecchia littorina, di romanico nome, che quando la si prende, non si sa mai bene, se si è in una nazione appartenente al G8 o in uno di quei paesi del quarto mondo, visto che sotto certi aspetti il terzo ci ha già belli che superati.

buon ritorno a casa!

Commento di tackutoha

Düss si proprio un post veramnete tranquillo,dolce, soave e malinconico immerso nei ricordi! trovo che non ci sia nulla di più bello che farsi lasciare cullare anche un po’ da quello!
Io purtroppo da parte mia non riesco a farmi cullare da particolari mezzi di trasporto, perché qui in ticino sono tutti molto moderni.
Ma ho un ricordo speciale di un treno, magari qui qualqunol’ha anche preso: la Garganica (se non ricordo male), é quel bellissimo treno che prendi da San Severo e che ti porta sul gargano…un viaggio bellissimo in mezzo agli ulivi,alle colline,e al mare…

Commento di sonia

@tackutoha: la littorina, la fantastica littorina!
Anche al paese di mia nonna esiste ancora! Sembra di vedere un film di Don Camillo (è più o meno in zona)
Per fare 90 km ci mette quasi tre ore!

@sonia: conosco i treni svizzeeri! :) Pensa che io prendevo il Milano-Ginevra che, se arrivava tardi alla fontiera, dal lato Svizzero partiva un treno per compensare il ritardo e non lasciare la gente a piedi!
Sei stata nel Gargano? Deve essere bello, io un giorno ci andrò! :)

Commento di Düsseldorfer

ciao duss! eccomi qui a ricambiare la tua cortese visita… Dunque vediamo un po’, sei di Ivrea, patria del meraviglioso carnevale e della Lettera 35!! Pero’ una cosa me la sono sempre chiesta: ma ste arance non fanno male?
Quanto al terrore che si prova sulla via del ritorno, beh, io invece di abituarmi gradualmente a volare come i piu’, ne ho sempre piu’ paura, ad ogni viaggio che faccio. Quindi invidio tanto il tuo traballante ponte di ferro mentre sudo nella scatolina di metallo pressurizzata in preda alle perturbazioni della siberia settentrionale….+o+!

Commento di dearwanda

…come le rondini, che migrano migrano, ma ogni estate ritornano!!!
Le tradizioni vanno conservate, così come lo sguardo che guarda al nostro passato … meglio se questo sguardo ha incontrato Mondi lontani o comunque culturalmente diversi!
Volevo aprire un rapido dibattito: ieri verso l’una prima di addormentarmi dopo un fugace giro in centro a prendere un pò di fresco (..dove?!?BOH!) vedevo un TG … tifosi bloccano lavoratori pendolari che si svegliano all’alba per andare a lavoro, donne, bambini e donne con bambini! A parte la notizia che si commenta da sola, il CALCIO farà pur bene alle ossa ma inibisce lo scambio delle sinapsi e rende DEFICENTI ;o) .. perchè non si organizza una missione di carri “allegorici” pieni di lanciatori (meglio lanciatori STRAINCAZZATI) di Ivrea carichi (meglio STRACARICHI) di arance e li si manda a difesa di chi per un “gioco” è bloccato nello svolgimento di un’altro “gioco” molto piu faticoso e serio ..LA VITA E LA SUA QUOTIDIANITA’..
y siempre Buena Vida

Commento di slaymer

Si sono stata a Peschici, ti consiglio di andarci!;o)

Commento di sonia

@dearwanda: finalmente ho postato sul tuo blog! ALE!!!! :o)
Io sono di Torino città, il mio precedente ufficio era ad Ivrea e ieri sono, dopo un anno, tornato li per una riunione!
Paura dell’aereo? Pensa che io per un bel po’ di tempo l’ho preso come fosse un Bus! :)

@slymer: che ci vuoi fare? Sono i lati negativi del calcio!
Che la forza sia con te! :o)

@sonia: Peschici l’ho solo sentita nominare. Deve essere una bella località turistica.
Hai parenti da quelle parti o sei Svizzera al 100%? :)

Commento di Düsseldorfer

No Düss, niente parenti da quelle parti, che sono mezzo sangue, é vero, perché mia nonna é di Caserta,e con la Puglia non ho molto a che fare, ma sono capitata più volte in Puglia, e solo una volta a Caserta. Addirittura da Peschici con il motoscafo ho raggiunto le Tremiti…magnifica Isola!

Commento di sonia

Piacere Düsseldorfer.
E ti ringrazio per essere passato nel mio blog!
Hai un blog interessantissimo.Da oggi passo sempre!

Commento di yuichiro

@sonia: allora un aprte Italiana in te esiste! :o)
Putroppo io, e mi vergogno a dirlo, non sono mai andato più in giù di roma!
Sono arrivato fino al nord, in Svezia ma mai al sud Italia che deve essere uno deigli spettacoli più belli della natura!
Provvederò presto a compensare questa carenza iniziando da Napoli che è una vita che voglio vedere!

@yuichiro: Grazie mille! Anche il tuo blog è molto interessante ed istruttivo.
Mi ci vedrai spesso! :)

Commento di Düsseldorfer

Io a Napoli ci sono stata una volta INCREDIBILMENTE BELLA!fossi in te prenderei anche il traghetto e andrei a farmi un giretto a Capri, comunqeu sulla costiera…;o)

Commento di sonia

Ciao Düss, felice di aver fatto parte di una parte del tuo afoso week end. Indovina chi sono? Baci.

Commento di Anonymous

@sonia: pensare che da quelle parti ho pure dei parenti! :)

@anonima alias patrizia: ciao bella! :)
Il piacere è tutto mio carissima!
Quando vuoi qui a Torino sei sempre la benvenuta!

Commento di Düsseldorfer

devo dire che da quando vengo al lavoro in auto mi manca un po’ la scassata Milano-Torino…

Commento di pachiderma

di torino, oops, pardon!

Commento di dearwanda

A Ivrea ho lavorato anch’io un paio di settimane.

Ci portavano col pullman aziendale, quindi non ho mai provato il treno da pendolare, ma l’ho preso per andare ad Aosta ed è veramente un viaggio che fa tornare indietro nel tempo.

Come un viaggio nel tempo che fu è anche l’enorme palazzone fantozziano degli ex uffici Olivetti, ora un gigantesco involucro fatiscente per i più disparati callcenter.

Impressionante l’atrio con lo scalone centrale, dove tutta l’architettura richiama le macchine per scrivere, persino le ringhiere: un enorme monumento per una cosa che nemmeno serve più.

Commento di coneja

Fantastica la citazione finale.. Adoro quel film.. anche se non gli è venuto bene come il primo “Santa Maradona”.. comunque Bart (leggi: Libero De Rienzo) è uno dei mie attori preferiti.

Commento di Mabataki

Ciao Mabataki, mi sa che abbiamo gli stessi gusti cinematografici allora! :)

Anch’io ritengo Libero De Rienzo sia uno dei migliori attori italiani. E’ formidabile, dalle espressioni al modo di fare che si vede che è suo, naturale!
…in più lavora molto nella mia città! :o)

Commento di Düsseldorfer




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: